Errore
  • Il template per questa pagina non è disponibile. Contatta l'amministratore del sito.

Le Cinque Terre

Con il nome “Cinque Terre”( http://www.lecinqueterre.org/) si parla di tutta quella fascia costiera che si estende per circa 20 chilometri e collega il paese di Riomaggiore con Punta Mesco. Tra queste creste montuose nel tempo sono nati i paesi delle Cinque Terre: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso ed il loro secolare isolamento ha contribuito a salvaguardare quelle caratteristiche che li rendono uno dei posti più visitati dai turisti.

 

 

La costa molto aspra e scoscesa a picco sul mare è stata modificata dall’uomo nel corso di centinaia di anni, che ha realizzato metro dopo metro più di 6000 km di muri a secco, cioè senza alcun legante; questi terrazzamenti sono coltivati a vigneto e producono un vino unico come il luogo da cui nascono. Famosissimo è il vino passito, dolce e liquoroso creato in questa zona chiamato sciachetrà che ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata ed è stato riconosciuto come presidio Slow Food.

 

Le Cinque Terre sono state inserite nell’elenco del patrimonio mondiale, ambientale e culturale dell’Unesco ed ora sono un Parco Nazionale e Area Marina Protetta (http://www.parconazionale5terre.it/) con lo scopo sia della tutela della cultura e delle tradizioni locali sia della protezione ambientale e la valorizzazione delle risorse biologiche.

 

Il modo migliore per visitare e gustare a pieno le Cinque Terre è il treno. La linea ferroviaria La Spezia – Genova ferma in tutti i borghi delle Cinque Terre direttamente nel cuore dei loro paesi e le corse dei treni sono molto frequenti, circa una ogni 15/20 minuti, ed il tempo di percorrenza è veramente basso visto che da La Spezia il treno impega 7 minuti circa per arrivare a Riomaggiore, il primo paese delle Cinque Terre.

 

I borghi delle Cinque Terre possono anche essere raggiunti in automobile, ma sia per motivi pratici che ecologici l’uso dell’auto è sconsigliato. Infatti le strade sono molto tortuose ed i parcheggi in prossimità dell’inizio dei paesi sono molto pochi. In questo caso però si possono lasciare le auto negli appositi parcheggi creati a monte sulla strada litoranea che collega i cinque borghi e scendere in paese a piedi oppure con gli autobus ecologici del parco.

 

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre è stato istituito nel 1998 ed è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità ed è tutelato dall’UNESCO. Comprende tutto il  il territorio che va da Riomaggiore a Monterosso. Un susseguirsi di borghi marini medioevali incastonati nella riccia a picco sul mare e circondati da una folta macchia mediterranea.

L’Area Marina protetta delle Cinque Terre è qul tratto di mare che si affaccia davanti al Parco Nazionale delle Cinque Terre. È un luogo incantevole con una costa molto scoscesa, rocciosa ed a picco sul mare. Questa costa è però ricca di baie con spiagge, grotte e anfratti. La popolazione sottomarina è molto variegata e viene considerata la più interessante di tutto il Mediterraneo. L’area marina è stata dichiarata Santuario dei Cetacei perchè è frequentata da molti delfini, balenottere e capodogli, che in vista dell’inverno si incontrano nel tratto di mare tra la Liguria e la Provenza, comprendendo anche le Cinque Terre, per nutrirsi e riprodursi.

Altro in questa categoria: « La Spezia Portovenere »